Buon primo maggio

Per coloro senza occupazione che fanno di tutto per trovarla,
Per coloro che si applicano con dedizione e rispetto al proprio lavoro,
Buon primo maggio!

Per tutti gli altri, buon proseguimento di giornata!

Siamo tutti villani

…Il riso libera il villano dalla paura del diavolo, perché nella festa degli stolti anche il diavolo appare povero e stolto, dunque controllabile..… Il riso distoglie, per alcuni istanti, il villano dalla paura. Ma la legge si impone attraverso la paura, il cui nome vero è timor di Dio. E da questo libro potrebbe partire la scintilla luciferina che appiccherebbe al mondo intero un nuovo incendio: e il riso si disegnerebbe come l’arte nuova, ignota persino a Prometeo, per annullare la paura….. (U. Eco – Il nome della Rosa)

CUP CNS CSE CHE CAZ

Il CUP in farmacia è tanto innovativo quanto arcaico. I suoi tempi di attesa sono dipendenti perlopiù da un goffo programma che non gestisce più di una transazione per volta.

Il sistema di prenotazione online tramite credenziali rilasciate dal CUP fisico sembra disegnato 20 anni fa e non permette di effettuare tutte le operazioni inerenti la propria posizione sanitaria.

CUP
L’attivazione della Carta Sanitaria Elettronica CSE (anche conosciuta come Carta Nazionale dei Servizi) è praticamente inutile senza un lettore da attaccare al computer. Suggerisco una lettura molto interessante reperibile dal sito della Regione Toscana: il manuale operativo :/ sicuramente non redatto per il cittadino.

La digitalizzazione della Sanità Pubblica è un processo che non tiene conto della reale fattibilità, dell’esperienza utente e dell’eterogeneità dei destinatari, ma è ricca di parole atte a riempire le bocche di molti.

Tu sei un genio vol.1

Tu sei un genio …. con la tua sigaretta alla porta del bus che gridi “scusi tra quanto parte?” e pensi che gettando la sigaretta al volo non porterai un po’ di morte a noi, qui dentro .

7 modi per rispettare lo spazio

Vi è sicuramente capitato di leggere testi scritti bene ma con una punteggiatura bizzarramente irrispettosa delle principali regole tipografiche. Il più delle volte il problema riguarda l’utilizzo dello spazio. Ricordo le seguenti regole che dovrebbero garantire un minimo di decenza e permettere a tutti gli editor di testi una corretta formattazione:

  1. Tra una parola e l’altra si utilizza una sola battuta di spazio.
  2. Nessuna battuta di spazio tra una parola e la successiva punteggiatura.
  3. Dopo la punteggiatura deve essere presente una sola battuta di spazio, ma non prima di un ritorno a capo.
  4. Dopo parentesi e virgolette di apertura e prima di parentesi e virgolette di chiusura non deve essere presente alcuna battuta di spazio.
  5. Tra apostrofo e parola successiva non deve essere presente alcuna battuta di spazio ad eccezione dell’apostrofo usato come troncamento (ad esempio po’ al posto di poco)
  6. Si utilizza un sola battuta di spazio tra parole intervallate dal segno di punteggiatura “-“.
  7. L’utilizzo di doppie battute di spazio non dovrebbero mai essere utilizzate se non per ragioni specifiche di formattatone e/o impaginazione.

I “regali” sono regolamentati, ma qualcuno ancora non lo sa.

Il “Codice di comportamento e di tutela della dignità e dell’etica dei dirigenti e dei dipendenti della presidenza del Consiglio dei Ministri” disciplina:

Art. 4 – Regali compensi e altre utilità

  1. Al dipendente è fatto assoluto divieto di chiedere o sollecitare, in qualunque modo, regali o altra utilità, anche di modico valore, per sé o per altri.
  2. Al dipendente è fatto, altresì, divieto di accettare regali o altra utilità, sotto qualunque forma, da parte di soggetti che abbiano tratto o comunque possano trarre benefici da decisioni o attività dell’Amministrazione, ad eccezione di quelli d’uso di modico valore effettuati occasionalmente nell’ambito delle normali relazioni di cortesia e nell’ambito delle consuetudini internazionali.
  3. Il dipendente non accetta, per sé o per altri, da un proprio subordinato, direttamente o indirettamente, regali o altre utilità, salvo quelli d’uso di modico valore. Il dipendente non offre, direttamente o indirettamente, regali o altre utilità a un proprio sovraordinato, salvo quelli d’uso di modico valore.
  4. Il modico valore resta fissato in 150 euro, anche se in forma cumulata annuale.
  5. I doni ricevuti al di fuori dei casi consentiti, se trattasi di oggetti materiali, sono immediatamente messi a disposizione del Dipartimento competente in materia di risorse strumentali a cura del dipendente, al fine della loro tempestiva restituzione o devoluzione a fini istituzionali ovvero ad associazioni di volontariato o beneficenza.
  6. E’ in ogni caso vietata l’accettazione di regali sotto forma di somme di denaro, per qualunque importo.
  7. Al fine di preservare il prestigio e l’imparzialità dell’Amministrazione, ciascun dirigente vigila sulla corretta applicazione del presente articolo da parte del personale assegnato.

Fonte: http://www.governo.it/AmministrazioneTrasparente/DisposizioniGenerali/AttiGenerali/CodiceCondotta/DPCM_20140916_allegatoCodiceCompPCM.doc

Lanzarote

Lanzarote

Vento, caldo, temperatura perfetta. Clima e paesaggio mozzafiato nonostante la totale assenza di “vegetazione convenzionale”. La mia nuova galleria fotografica fatta interamente con smartphone.

Nuovo vestito

Diamo a questo blog una bella lavata ed un nuovo vestito e speriamo che il prossimo anno gli porti anche un po’ di cibo. Il vecchio e il nuovo a confronto:

Vecchio temaNuovo tema

Threshold

Attraversa la soglia, diffondi musica e sentimenti al di là di finti confini. Nessun errore, solo note e ritmo. Threshold.
Visita il Play Store per acquistare il pezzo https://play.google.com/store/music/artist/CiniC?id=Ajvshjsdsjtzq4cldohauqq3wdi
Se sei un pianista puoi scaricare lo spartito

Simboli presentati al Viminale

Tra i vari simboli presentati al Viminale per le prossime elezioni:
1. UDEUR – Ma i problemi legali di Mastella sono finiti?
2. Forza Roma – che c’entra?
3. Forza Lazio – che c’entra?
4. Movimento Bunga Bunga – è necessaria una forte riflessione sociale.
5. Liberi da Equitalia – E’ sicuramente la causa di tutti i mali.
6. Forza evasori – ma Antonio Albanese ha fatto scuola?
7. Dimezziamo lo stipendio ai politici – programma politico intenso.
8. D.N.A. Democrazia Natura Amore (Ilona Staller) – Ancora, ancora, ancora?